Mia madre era alle prese con un problema cardiaco e ho vissuto con lei per una settimana mentre mio padre era in viaggio d’affari. Era dovuto tornare il giorno stesso e, mentre eravamo seduti in cucina ad aspettarlo, ho notato quanto fosse bella, nonostante fosse così magra e pallida. C’era un’espressione serena sul suo viso, ma le sue mani tremavano. All’improvviso, sentimmo girare la serratura e mia madre balzò in piedi e corse da mio padre, lo abbracciò in lacrime e mormorò qualcosa nella sua spalla. Lui la abbracciò in cambio e io rimasi lì, a guardarli e a sorridere. L’amore di mio padre è il più grande rimedio per mia madre.

Questo articolo fa parte della mini raccolta delle 9 storie di Vero Amore. 
Leggi le altre QUI.

Uscivo con una bellissima ragazza che viveva una vita molto privilegiata. Lei era alla mano e divertente, e avevo abbastanza soldi per soddisfare i suoi capricci. Le ho fatto la proposta di matrimonio e ci siamo fidanzati. Ma poche settimane dopo, ho avuto un incidente e sono rimasto parzialmente paralizzato. La ragazza, che pensavo fosse viziata, finì per prendersi cura di me per diversi mesi e si dimostrò una donna amorevole e un’amica fedele. Ha venduto molte delle sue cose di cui non pensavo sarebbe stata in grado di vivere senza. Ha imparato a cucinare pasti speciali per me. Non mi permetterebbe di scusarmi per nulla. E durante tutto il tempo, non ha mostrato un accenno di dubbio, disgusto o paura.

Questo articolo fa parte della mini raccolta delle 9 storie di Vero Amore. 
Leggi le altre QUI.

Sono sterile. L’ho nascosto alla mia prima ragazza per molto tempo perché avevo paura che mi avrebbe lasciato. Quando finalmente le dissi la verità, difatti se ne andò. Sono stato depresso per un anno e tutte le mie altre relazioni non hanno portato a nulla. Circa 6 mesi fa ho incontrato una ragazza e mi sono innamorato perdutamente, ma avevo paura di dirglielo. Ieri le ho detto tutto, lei mi ha guardato e mi ha detto che se in futuro vorremo dei figli, potremo adottarli.
Ero così sollevato che ho iniziato a piangere e ho capito che volevo sposarla.

Questo articolo fa parte della mini raccolta delle 9 storie di Vero Amore. 
Leggi le altre QUI.

Quando avevo 18 anni, mi è stato diagnosticato un piccolo tumore al cervello. Pensavo significasse morire presto, quindi dissi al mio ragazzo che avrei capito se mi avesse lasciato. Lui rise e rispose: “Sì, giusto, come no?! Quando gli asini inizieranno a volare… !” Alla fine, il tumore si rivelò essere benigno. Ora ho 21 anni e siamo sposati da 2 anni e abbiamo una figlia. Non dimenticherò mai il suo sostegno durante quei momenti difficili.

Questo articolo fa parte della mini raccolta delle 9 storie di Vero Amore. 
Leggi le altre QUI.